Oltre 20'000 impiegate e impiegati chiedono la piena compensazione del salario e la rinuncia ai licenziamenti: dopotutto, la Confederazione sostiene le imprese con un pacchetto di 60 miliardi di franchi per permettere loro di salvaguardare i posti di lavoro e continuare a versare i salari.

Garantire i salari, mantenere i posti di lavoro

Sicurezza, rispetto, solidarietà

«Azione!»: applaudire va bene, agire è meglio

È necessaria una valorizzazione delle professioni essenziali! Il 31 ottobre avranno luogo in tutta la Svizzera alcune azioni per esprimere le nostre rivendicazioni.

Maggiori informazioni

« All'ombra della pandemia Covid-19, la mentalità del profitto rischia di acuire le disparità sociali. Ora s'impone un cambiamento fondamentale della politica al fine di garantire una maggiore giustizia sociale. »

Vania Alleva, presidente Unia

Attualità

In collaborazione con le altre parti sociali del CCL Coop, Unia ha ottenuto un significativo aumento degli stipendi Coop a partire dal 1° gennaio…

Approfondisci

Decine di migliaia di persone rivendicano garanzie salariali e chiedono di rinunciare ai licenziamenti a seguito del coronavirus. In un appello al…

Approfondisci

Le parti sociali dell’industria alberghiera e della ristorazione chiedono alla Confederazione la proroga dell’obbligatorietà generale (DOG) del…

Approfondisci