Personale di cura stremato

Durante la conferenza virtuale del ramo professionale delle cure di Unia, le/i trenta partecipanti hanno riferito di condizioni di lavoro insostenibili nelle case di riposo e di cura svizzere.

Hanno adottato una risoluzione in cui invitano Confederazione e Cantoni ad assumersi le loro responsabilità, adottando misure immediate per migliorare la situazione. Lavoratrici e lavoratori chiedono in particolare: di rimanere a casa dal lavoro in caso di sospetta o comprovata infezione, di istituire squadre di lavoro di riserva a livello cantonale, di pianificare periodi straordinari di riposo dopo la pandemia e di riconoscere concretamente gli sforzi fatti dal personale durante la pandemia.