Giornata d’azione per Migros: il personale merita salari migliori e un CCL per tutti

Durante la pandemia, il personale Migros ha lavorato duramente per assicurare l’approvvigionamento della popolazione. Migros ha raccolto i frutti del lavoro svolto: nel 2020 il suo utile ha registrato un sensibile aumento! Eppure, i salari del personale crescono meno rispetto alla concorrenza, il lavoro è sempre più stressante e sempre meno persone sono protette dal CCNL Migros. Nell’odierna giornata di azione, congiuntamente al personale, Unia esige pertanto salari migliori e un buon CCL per tutti.

Grazie all’instancabile impegno del suo personale nei negozi, nella logistica e nella produzione, nel 2020 Migros ha realizzato un solido utile. Le collaboratrici e i collaboratori hanno assicurato l’approvvigionamento della popolazione. Per di più, hanno realizzato questa impresa con un effettivo sempre più ridotto. Lo scorso anno, nelle cooperative sono stati eliminati circa 1500 posti di lavoro. Le giornate lavorative sono sempre più intense e stressanti.

Sforzi poco riconosciuti

Il ringraziamento di Migros nei confronti del suo personale lascia a desiderare:

  • Da anni gli aumenti salariali sono i più bassi del settore alimentare.
  • Il «premio Covid» non riflette né gli sforzi profusi dal personale né la cifra d’affari registrata da Migros.
  • Sempre più persone impiegate nella vendita (nei negozi o online) e nei servizi sono escluse dal CCL Migros e sono assunte con contratti precari.

Rivendicazioni semplici e chiare

Per Unia, lo slogan di Migros «vivere bene è semplice» deve valere anche per il personale. Sono pertanto necessari:

  • salari migliori per tutti,
  • un buon CCL che protegga tutte le lavoratici e tutti i lavoratori (online, nei servizi, ecc.),
  • un’indennità salariale al 100% in caso di lavoro ridotto,
  • lo stop alla precarizzazione: no al franchising e all’esternalizzazione dei servizi,
  • lo stop ai licenziamenti del personale.

Azioni nelle filiali e nelle imprese di Migros

Oggi si celebra l’«International Workers’ Memorial Day». Questa giornata vuole anche ricordare che sono stati i lavoratori e le lavoratrici meno pagati a far funzionare la società durante la pandemia, Unia era presente in circa 50 filiali in tutta la Svizzera. Ha distribuito al personale delle creme per le mani con lo slogan: «Non ci accontentiamo di miglioramenti cosmetici!» e ha invitato i clienti a mostrare online la propria solidarietà con le rivendicazioni summenzionate. Migros deve finalmente accordare salari migliori e un buon CCL a tutto il suo personale!